| Pozzo sacro | Il villaggio nuragico | Il villaggio cristiano |
| Homepage | Tariffe e orari |
 

 



Sardegna Antica n° 34 - CSCM - Nuoro

Sardegna Antica Culture Mediterranee

40 pagine B/N
Copertina a colori patinata lucida
Prezzo € 3

Nel numero 34:
| Passeggiata a Dorgali di Giacobbe Manca
Genetics - prima parte di Maurizio Feo 
Edifici cultuali in Sardegna - seconda parte di Mirko Zaru 
La campana Torresani di Gian Gabriele Cau
Vivere con il "paese" nel cuore di Andrea Muzzeddu
Economia delle antiche civiltà mediterranee - seconda parte di Giovanni Enna
Una moschea ad Assemini di Massimo Rassu
                                  | 
Nascita ed evoluzione della religiosità di Alberto Pozzi
                                  | 
La festa del 24 Giugno in Sardegna di Tiziana Sotgiu
                                  | 
I candelieri di Nulvi di Franco Stefano Ruju
                                  | 
La memoria dimenticata di Pietro Martis 
                                  | 
Diffusione dei retabli in Sardegna di Luigi Agus



Archeologia del Paesaggio Nuragico
20 capitoli - 11 schede.


ANTICA CIVILTA′ ATLANTICA E DEI SHARDANA-TIRRENI
"Ogni avvenimento che accade in un sol punto del nostro pianeta è necessariamente legato a tutto il resto come in una grande ragnatela. Se in un settore di questa grande ragnatela viene imprigionato un "insetto" l′avvenimento si trasmette a tutto il tessuto e, quando nel reticolo si verificano degli strappi diminuisce la funzione di tutto il sistema. Se poi gli strappi sono ampie lacerazioni, l′utilità di tutto il reticolo potrebbe andare perduta per sempre."







ARCHEOLOGIA CRISTIANA E MEDIOEVALE IN SARDEGNA
Nella storia della Sardegna in età  postclassica (dalla dominazione romana ai Vandali, ai Bizantini, ai Pisani e Genovesi e infine ai Catalano-Aragonesi, con un intervallo di alcuni secoli, in cui viene amministrata dai Giudici sardi), la realtà  multietnica e multiculturale, influenzata dalla diffusione della nuova religione cristiana, si riflette anche sui monumenti, sulle città  e sulla produzione artigianale, legata alla quotidianità . è interessante seguire l′evoluzione topografico-culturale nell′isola in rapporto al contemporaneo panorama mediterraneo e continentale, rispetto al quale si notano somiglianze, ma anche differenze, che segnano la specificità  locale. In questo percorso, e non senza l′ apporto delle fonti scritte, si affrontano dunque diversi temi: città , suburbio, culto dei santi, territorio, liturgia ed edifici di culto, cultura materiale, iconografia.




ARCHEOLOGIA E STORIA DELL′ATE ROMANA IN SARDEGNA
Le peculiarità  della Sardegna romana, con gli stretti rapporti di carattere sia politico sia culturale che si intrecciano tra vecchi e nuovi governanti e popolazioni autoctone, tra Punici, Romani e Sardi, sono evidenti oltre che sul piano onomastico, linguistico, amministrativo, pure su quello religioso, culturale e artistico. E non solo durante la repubblica, ma anche nel corso dell′impero, quando d′altra parte tende ad affermarsi anche in questa provincia la cultura artistica egemone in tutto il Mediterraneo.





ARCHEOLOGIA PREISTORICA PROTOSTORICA IN SARDEGNA
Autore: Roberto Sirigu 
Categoria: Archeologia 
Anno: 2009 
Lingua: Italiano




Il volume intende proporre una breve sintesi della preistoria e della protostoria della Sardegna, ossia dei circa 450.000 anni che precedono la comparsa della scrittura nella storia culturale dell′uomo nell′isola. Per questo lungo periodo la fonte materiale è l′unica a nostra disposizione. Essendo dunque l′indagine archeologica lo strumento peculiare nel processo di ricostruzione storica di quelle fasi della storia sarda, è parso opportuno far preceder la sintesi storica da una breve introduzione alla disciplina archeologica e farla seguire da una altrettanto breve riflessione sulle funzioni culturali delle ricostruzioni storiche.

I SARDI NELLA GUERRA DI TROIA
Autore: Carlo d′Adamo 
Categoria: Archeologia 
Anno: 2007 
Lingua: Italiano




Quaderni dell′Associazione Culturale "Insieme per conoscere" di San Giovanni in Persiceto affiliata alla Primo Levi.



IL POPOLO DEI GIGANTI FIGLI DELLE STELLE
Autore: Luigi Muscas 
Categoria: Archeologia 
Anno: 2007 
Lingua: Italiano




Antiche leggende narrate oralmente ancora oggi e mai trascritte, una mescolanza tra mistero, leggende e realtà.



IL SARDUS PATER
Autore: Massimo Pittau 
Categoria: Archeologia 
Anno: 2009 
Lingua: Italiano




Quattro studi: I Nuragici e la scrittura; Ampsicora era sardo non cartaginese; Cornus e il suo porto; Tertenia "terra dei Tirreni".



Sardegna Antica 35

| Passeggiata a Dorgali 
di Giacobbe Manca
Genetics - prima parte 
di Maurizio Feo 
Edifici cultuali in Sardegna - seconda parte 
di Mirko Zaru 
La campana Torresani 
di Gian Gabriele Cau
Vivere con il "paese" nel cuore 
di Andrea Muzzeddu
seconda parte 
di Giovanni Enna
Una moschea ad Assemini 
di Massimo Rassu
I candelieri di Nulvi 
di Franco Stefano Ruju
La memoria dimenticata 
di Pietro Martis 


L′ARCHEOLOGO E I FALSI BRONZETTI

autore: GIOVANNI 
categoria: archeologia
anno: 1998
lingua: Italiano



La preistoria del Golfo di Cagliari

autore:ENRICO 
categoria:archeologia
Anno:2007
Lingua:Italiano




Per le sollecitazioni che mi pervengono da parte di un crescente pubblico
di studiosi e amatori, ma anche per un più agevole coordinato
contributo dei miei scritti allo studio e alle ricerche sulla
preistoria cagliaritana, il presente volume raccoglie ora in unità
una protratta serie di articoli da me precipuamente dedicati,
nell′arco dell′ultimo cinquantennio, alle esplorazioni e alle
indagini paletnologiche di superficie, e ai primi scavi nell′area
nevralgica della grande porta a mare della Sardegna meridionale,
nell′habitat della primitiva nicchia ecologica metropolitana che
dall′epicentro collinare e lagunare urbano si continua sulle ampie
ali litoranee del golfo e sulle sconfinanti piane agricole dell′hinterland campidanese." 
LA SARDEGNA NEL MEDITERRANEO TRA BRONZO MEDIO E IL BRONZO RECENTE

autore: AA.VV 
categoria: archeologia
anno: 1992
lingua: Italiano

LA SARDEGNA NURAGICA

autore: MASSIMO 
categoria: archeologia
anno: 2006
lingua: Italiano


In Sardegna è durata più di 200 anni - anche con i suoi risvolti umoristici - la diatriba circa la "funzione" o
"destinazione" dei nuraghi. Che cos′erano questi antichi monumenti sardi, che hanno dato il nome alla "civiltà 
nuragica", la quale è stata la prima "civiltà" dell′Italia? Templi, tombe, abitazioni, torri di segnalazione,
fortezze, case fortificate, forni fusori, edifici trionfali, edifici per evitare le zanzare?
Nel 1977 il professor Massimo Pittau, dell′Università di Sassari, ha pubblicato "La Sardegna nuragica", nella quale ha affrontato in maniera ampia ed approfondita la questione della "destinazione" dei nuraghi.
L′opera è stata un autentico successo editoriale, tanto che nel giro di pochi anni ha conosciuto la V ristampa. 
A trent′anni dalla prima pubblicazione esce oggi la seconda edizione riveduta e aggiornata di uno dei libri più letti in Sardegna e che ha indotto numerosi nuragologi a mutare le proprie tesi.

LA STELE DI NORA

autore: GIGI SANNA 
categoria: archeologia
anno: 2009
lingua: Italiano – Inglese


Lo studio dei documenti ‘epigrafici’ nuragici, ormai una cinquantina (ma destinati a crescere, anche in breve), guardati per tanto tempo
 (troppo tempo), con assurda diffidenza e tenuti purtroppo - generalmente parlando - in scarsa considerazione dagli archeologi, dagli epigrafisti e dagli storici della Sardegna e non, ricevono oggi grazie alla lettura della Stele una luce molto di più o del tutto rassicurante circa la loro autenticità e la loro precisa appartenenza ad un periodo di grandissimo splendore della Civiltà dei Sardi. Saranno questi ed altri ‘documenti’ ancora a proiettare d’ora in poi, noi crediamo e speriamo, la storia della Sardegna (e non più la preistoria) in una ribalta più luminosa del palcoscenico culturale europeo dell’Occidente mediterraneo (e non solo), dal momento che mentre l’archeologia è rimasta sinora, anche per sua natura, sostanzialmente muta, l’epigrafia e la paleografia consentono invece ad essi di parlare e di raccontare il nostro lontano passato. All’interno del libro il testo viene riportato in doppia versione: prima in italiano e poi in inglese.



SARDEGNA NURAGICA

autore: GIOVANNI 
categoria: archeologia
anno: 2009
lingua: Italiano


Con questo breve testo, ricco di illustrazioni, Giovanni Lilliu ripercorre le tappe evolutive fondamentali della civiltà nuragica. Il mondo dei nuraghi - presentato nelle forme di insediamento nel territorio, nei caratteri propri dell′architettura, dell′arte, della religione, dell′economia, del comportamento sociale - si rivela quanto mai ricco, dinamico e articolato nello spazio e nel tempo. Un nitido, vivace affresco dunque, con cui il celebre archeologo rende ancora una volta omaggio al popolo che diede vita ai grandi monumenti di pietra in un isola di pietra. Il volume contiene, una guida ai più importanti siti archeologici dell′isola e un piccolo glossario.

SCULTURE DELLA SARDEGNA NURAGICA

autore: GIOVANNI 
categoria: archeologia
anno: 2008
lingua: Italiano


"Nel 1966 vedeva la luce Sculture della Sardegna nuragica di Giovanni Lilliu, un volume che raccoglieva in una visione organica i bronzi figurati allora noti, conservati nelle collezioni pubbliche e private della Sardegna o sparsi nella penisola e in Europa...".

TOMBA DI GIGANTI E ARMONICI MEGALITICI

autore: RAIMONDO 
categoria: archeologia
anno: 2005
lingua: Italiano


Questo libro rappresenta un contributo fondamentale sulla strada della comprensione del megalitismo e dei siti megalitici; oscillando tra esoterismo e scienza, propone come espressione chiave la modulazione dell′informazione proveniente dalle onde cosmiche, veicolate all′interno dei graniti.

RICERCA DELLE CHIESE CAMPESTRI ′′RURALI′′ DELL′ORISTANESE

autore:AA.VV 
categoria:arte 
anno:2006
lingua:Italiano


Il libro presenta l′immagine di circa novanta chiese campestri nella zona dell′Oristanese.

ARBURES MATAS ERBAS

anno: 2008
lingua: Italiano e Sardo


"Le specie vegetali di cui si parla in questo libro sono solo alcune tra quelle presenti nel nostro territorio. Sono comunque le più significative che, per millenni e fino agli anni cinquanta-sessanta del secolo XX, hanno caratterizzato l′economia, la vita, le tradizioni e in definitiva la Cultura stessa della Sardegna, permeando indelebilmente il mondo straordinario della nostra civiltà agropastorale." dalla presentazione.

FLORA DI SARDEGNA

autore: GIOVANNI 
anno: 2005
lingua: Italiano


Opera completa con bellissime immagini sullo sviluppo dell′ambiente naturale sardo. Guida al riconoscimento delle piante arboree e arbustive. Introduzione
- Gimnosperme
- Angiosperme
- Indice
dei nomi volgari
- Indice dei nomi scientifici
- Indice delle
famiglie
- Glossario
- Bibliografia.

FLORA E PAESAGGI VEGETALI DELLA SARDEGNA

anno: 1985
lingua: Italiano


Una privilegiata posizione geografica ha favorito la Sardegna, la selezione e la diffusione di specie botaniche uniche al mondo. Alla varietà dei paesaggi corrisponde una flora spontanea incredibile per ricchezza e bellezza, purtroppo minacciata da sconsiderati interventi. Un grande amore per la meravigliosa terra sarda ha ispirato l′autore che, in maniera chiara e scientificamente corretta, si rivolge a tutti, agli abitanti dell′Isola e ai suoi visitatori, affinché venga meglio conosciuto e difeso un patrimonio naturale di inestimabile valore.

GLI UCCELLI DELLA SARDEGNA

anno: 2005
lingua: Italiano



Questa pubblicazione consente di fornire un preciso contributo alla conoscenza dell′avifauna sarda, in quanto la regione Sardegna rappresenta un′importante area di svernamento e di transito migratorio. Ricchissimo l′apparato fotografico con le principali specie di uccelli. Con la pubblicazione su gli uccelli della Sardegna, si completa la conoscenza della distribuzione delle specie presenti nelle diverse stagioni dell′anno sul territorio regionale.

IL FLMINESE vol. 2

autore: ANTONIO SCRUGLI 
anno: 1992
lingua: Italiano


Dedicato al territorio di Fluminimaggiore e di Buggerru, il volumetto ne descrive, con l′aiuto di foto e disegni a colori, i lineamenti geologici, il clima, la flora e la fauna, e insieme gli aspetti storici.


L′AMBIENTE NATURALE IN SARDEGNA

autore: AA.VV 
anno: 1998
lingua: Italiano


Concepita per la preparazione a un concorso per guardie forestali, questa raccolta di 31 saggi di specialisti rimane importante per la descrizione che dà di ogni aspetto della natura della Sardegna.

LE PIANTE OFFICINALI DELLA SARDEGNA

autore: ANTONIA 
anno: 2005
lingua: Italiano


Manuale scientifico-divulgativo sulle caratteristiche delle principali piante officinali della Sardegna e sul loro utilizzo a scopo terapeutico. Contiene le relative schede e le ricette dei decotti e degli infusi che possono essere fatti utilizzando le piante officinali.

ORCHIDEE DI SARDEGNA

autore: AA.VV 
anno: 2009
lingua: Italiano


Le orchidee sono uno degli aspetti della natura che più suscita ammirazione e rispetto, sia per la prepotente bellezza dei loro fiori, dalla infinita varietà di forme e colori, sia per i complessi meccanismi biologici adottati da queste piante per la germinazione e l′impollinazione. Il libro si propone come guida alla identificazione delle specie rinvenibili in Sardegna.

PIANTE MEDICINALI IN SARDEGNA

anno: 2009
lingua: Italiano


Il volume si articola in 130 schede monografiche delle piante medicinali in uso nella tradizione popolare sarda. Per ogni pianta è tracciato il percorso che ne descrive il suo utilizzo nei secoli, secondo un approccio-medico, fino ad arrivare all′attuale impiego clinico. Nella sezione "Tossicità ed effetti secondari" sono descritti gli eventuali effetti collaterali, le possibili interazioni e tossicità. Nelle sezioni "Forme farmaceutiche", "Posologia" e "Formulazioni" si segnalano le ricette di uso comune e di comprovata efficacia. Nelle voci "Medicina popolare" e "In Sardegna" si confrontano affinità e differenze tra la medicina empirica "continentale" e quella "insulare". Un′ulteriore approfondimento è costituito dalla sezione "Curiosità", notizie di carattere letterario, folklorico ed etno-antropologico. Completano l′opera il "Glossario dei termini medici", il "Dizionarietto biografico" e la ricca bibliografia. Un volume con oltre 600 immagini a colori, copertina con sovraccoperta cartonata ed elegante cofanetto.

RAPACI DI SARDEGNA

autore: GIANNI 
anno: 1991
lingua: Italiano


Ottimo fotografo e appassionato ricercatore, il giovane autore è riuscito a costruire un avvincente repertorio iconografico dei rapaci della Sardegna, descrivendo di ogni specie le caratteristiche più rilevanti. Il libro riporta, inoltre, le pagine scritte nel Settecento dal naturalista Francesco Cetti.

ULIVI IN SARDEGNA

autore: AA.VV 
anno: 2001
lingua: Italiano


La raccolta degli atti relativi alla Giornata degli studi olearia. Scopo lo studio delle tradizioni della cultura popolare, per non disperdere aspetti importanti del nostro passato.

CUGLIERI E DINTORNI vol. 4

anno:  1992
lingua: Italiano


Come per le altre zone, l′attenzione maggiore è rivolta alla flora e agli aspetti della vegetazione, ma brevi capitoli vengono dedicati anche a geologia, clima, aspetti faunistici; chiudono gli itinerari.

ECOLOGIA IN SARDEGNA

anno: 1986
lingua: Italiano


Un grande inventario dei temi più importanti sull′ecologia e l′ambiente della Sardegna: un′analisi puntuale e dettagliata della situazione,un
esame attento e scientifico dei problemi, una gamma intelligente di proposte di salvaguardia e di rilancio ancora oggi di grande attualità.

COLORI E SAPORI DI SARDEGNA

autore: AA.VV 
categoria: gastronomia
anno: 2005
lingua: Italiano


Strutto e semola, ricotta e pane carasau, finocchietto selvatico e menta, mandorle e miele, bastano pochi ingredienti e già ci si appropria di fragranze, sapori e profumi della magica isola, complice una gastronomia naturalmente semplice: proseguire è un gioco facile e piacevole.

LA CUCINA DEI SARDI

categoria: gastronomia
anno: 1981
lingua: Italiano


Riprodotto in numerose edizioni, questo libro non è un′arida ed affrettata elencazione di ricette ma un′accurata scelta di piatti caratteristici raccolti e selezionati con cura, in modo da portare il lettore non solo a gustare sapori e profumi, ma anche a conoscere una cultura antica ed autentica. Le fotografie contribuiscono a far conoscere momenti di vita tradizionale.

LA GRANDE CUCINA DI SARDEGNA

categoria: gastronomia
anno: 1981
lingua: Italiano


Riprodotto in numerose edizioni, questo libro non è un′arida ed affrettata elencazione di ricette ma un′accurata scelta di piatti caratteristici raccolti e selezionati con cura, in modo da portare il lettore non solo a gustare sapori e profumi, ma anche a conoscere una cultura antica ed autentica. Le fotografie contribuiscono a far conoscere momenti di vita tradizionale.

ADELASIA DI TORRES

autore: ENRICO COSTA 
categoria: letteratura in italiano
anno: 2008
lingua: Italiano


"Adelasia di Torres, assieme a Mariano IV d′Arborea, sua figlia Eleonora e qualche altro personaggio, rientra a pieno titolo nel minuto Pantheon della storia "nazionale" della Sardegna. La sua figura che ha saputo e potuto ergersi a piccolo, malinconico mito anche e proprio per la sua scarsa conoscibilità , dovuta alla penuria delle fonti che la riguardano." dalla prefazione.

AGRICOLTURA DI SARDEGNA

anno: 2000
lingua: Italiano


L′opera di agronomia dai forti intenti pratici, pubblicata nel 1780 da Manca dell′Arca (1707-1795), ignorata a lungo dagli storici e storici della letteratura, conosce ora un periodo di riscoperta e rivalutazione.

ANIME ONESTE

autore: GRAZIA DELEDDA 
categoria: letteratura in italiano
anno: 2009
lingua: Italiano


"Dopo la morte della vecchia donn′Anna, sistemati gli affari, Paolo Velàna prese con la piccola nipote e, com′era stabilito, la condusse ad Orolà, presso la sua famiglia. Orolà è una piccola sotto-prefettura sarda, nella provincia di Sassari. Città fiorentissima sotto i Romani, decaduta poi per le scorrerie dei Saraceni, risorse sotto il dominio dei Barisone, giudici o re di Torres, e si mantenne forte sino all′abolizione dei feudi in Sardegna, avvenuta nella prima metà di questo secolo.".

CANNE AL VENTO

anno: 2005
lingua: Italiano


Nell′affascinante scenario del paese di Galte la tranquilla e scialba esistenza delle dame Pintor e del loro servo Efix, vengono sconvolte dall′arrivo improvviso in famiglia del giovane nipote Giacinto.

CENERE

anno: 2005
lingua: Italiano


La costante del romanzo è la rappresentazione della coscienza dei due amanti Elias e Maddalena in cui si mischiano insieme la tentazione e il terrore del peccato.

COSIMA

anno: 2005
lingua: Italiano


n. 110 - Cosima, la protagonista, ha il secondo nome della Deledda. L′Autrice, che scrive in terza persona, ne narra le vicende dall′infanzia alle soglie del matrimonio.

DEI COSTUMI DELL′ISOLA DI SARDEGNA

anno: 2001
lingua: Italiano


L′opera di padre Bresciani, uscita nel 1850, viene solitamente inclusa nella œletteratura di viaggio riguardante la Sardegna. Si tratta
invece di uno dei primi e più interessanti testi di carattere antropologico che indaghino la natura culturale dell′isola. Attraverso continui rimandi e confronti con le fonti antiche e classiche relative a usi e costumi, l′autore rintraccia le più autentiche radici mediterranee dell′identità isolana.

DIZIONARIO BIBLIOGRAFICO DEGLI UOMINI ILLUSTRI DELLA SARDEGNA a-c

anno: 2001
lingua: Italiano


Pubblicata in tre volumi nel 1838, quest′opera diede a Pasquale Tola (1800-1874) un′immediata notorietà. Si tratta di un′ampia trattazione che in forma bibliografica riporta la vita e le opere degli uomini illustri nati o semplicemente vissuti in Sardegna, dalle origini fino ai tempi dell′autore. Grazie all′ordine alfabetico delle voci, il Dizionario si presta ad una facile consultazione, fornendo informazioni di prima mano sui protagonisti della storia, della letteratura, del mondo scientifico, culturale ecc. che hanno segnato la storia dell′isola.


ELIAS PORTOLU

anno: 2005
lingua: Italiano


n. 107 Il motivo del libro è la rappresentazione della coscienza dei due amanti Elias e Maddalena in cui si agitano confusi la tentazione e il terrore del peccato.

IL CONDAGHE DI SANTA MARIA DI BONARCADO

anno: 2003
lingua: Italiano e Sardo


Il Condaghe di Santa Maria di Bonarcado è una delle fonti di maggiore rilevanza per la ricostruzione della storia sarda del Medioevo, in particolare per la storia del Giudicato d′Arborea nei secoli XII e XIII, e, più in generale, per la storia economica e della società della Sardegna giudicale; ma fonte importante è pure, insieme agli altri condaghi e carte medievali, per la storia della lingua sarda e per gli  tudi filologici e glottologici in generale.

IL CONSUMO DEL SACRO

anno: 2003
lingua: Italiano


La ricerca di Clara Gallini si è svolta tra il 1967-68, periodo in cui erano in atto vorticosi processi di trasformazione è riguarda il
tipico fenomeno sardo delle feste novenali. La "novena" è un rito di pellegrinaggio annuale di 9 giorni (fra maggio e settembre) e coinvolge interi gruppi famigliari e paesani. Essa comporta un trasferimento d′una massa d′abitanti di vari paesi: abitanti diretti verso la loro chiesa separata e più o meno lontana dal paese, e ritualmente eletta come santuario al quale si ricorre per pregare e svolgere principalmente riti di guarigione e offrire voto di ringraziamento. L′autrice si propone di analizzare il fenomeno "novena" sotto un aspetto sacrale, ma congiuntamente "consumista" o "borghese".

IL DISERTORE

anno: 1997
lingua: Italiano


Uscito nel 1961, Il disertore di Giuseppe Dessì è considerato una delle sue prove più mature. Al di là dell′esperienza umana del
protagonista - un disertore della Grande Guerra - emergono il contrasto/conflitto fra la morale individuale e il senso del dovere,
ricorrente nelle situazioni belliche, e il "ritratto" di certo ambiente sardo d′inizio secolo, diviso fra l′adesione al patriottismo della Nazione e l′attaccamento alla famiglia e alla cultura degli avi.


IL PAESE DEL VENTO

anno: 2007
lingua: Italiano


"Nel 1931, quando esce il paese del vento, Grazia Deledda è¨ la scrittrice italiana più¹ famosa del mondo. Cinque anni prima le è stato
assegnato il Premio Nobel e, con esso, quella che Pirandello avrebbe definito "la patente" di scrittrice.".

IL TESORO

anno: 2007
lingua: Italiano


"A trent′anni dalla prima edizione del Tesoro, datata 1897, e sull′onda travolgente del Premio Nobel, appena conferito a Grazia Deledda, il suo principale editore Treves lo riproponeva nel ′28 al pubblico, corredandolo in apertura della seguente nota: Questo romanzo scritto dalla giovanissima Deledda è il quarto della grande attività letteraria dell′autrice; la quale poco più che ventenne aveva giù attirato l′attenzione di Ruggero Bonghi.".

IL VECCHIO DELLA MONTAGNA

anno: 2007
lingua: Italiano


"Il giovane Melchiorre Carta, pastore benestante, morigerato e serioso, a causa della sua soffocante gelosia + stato lasciato poco tempo prima delle nozze dalla fidanzata, la cugina Paska Carta. La fanciulla, civettuola e dal temperamento egocentrico, ben conscia della propria avvenenza, ama porsi al centro dell′attenzione e sentirsi corteggiata, soprattutto da uomini di estrazione sociale superiore. A
favorire il verificarsi di una tale situazione concorre il servizio prestato da Paska in una casa di "signori a Nuoro, ove le occasioni di incontro sono numerose."-


IL VECCHIO E I FANCIULLI

anno: 2008
lingua: Italiano


"...se Il vecchio e i fanciulli continuerà a essere ricordato nella storia della letteratura non sarà soltanto per la morale di Ulpiano Melis, secondo cui la cosa più inutile del mondo è l′esperienza dei vecchi: non sarà nemmeno per la vivida testimonianza di una natura mistica, è, forse, per l′aspro resoconto di una Sardegna arcaica. In realtà se questo romanzo di Grazia Deledda continuerà a incantare generazioni di lettori sarà soprattutto per lo straordinario viaggio universale compiuto nell′animo di ognuno dei suoi protagonisti..." dalla
prefazione.

L′ARGINE

anno: 2008
lingua: Italiano


"La signora Noemi Davila, facoltosa vedova di mezza età, proprietaria di uno stabile nel centro di Roma, ha raggelato ogni istanza di
sregolatezza sensuale in un culto dell′ordine casalingo che vorrebbe essere una garanzia di fedeltà postuma al marito defunto, la cui ombra, ombra del passato, aduggia ogni angolo del prestigioso appartamento." dalla prefazione.


L′EDERA

anno: 2005
lingua: Italiano


La protagonista Annesa interpreta il dramma della famiglia dei Decherchi, nobili decaduti, che neanche il delitto commesso dalla ragazza salverà dall′inevitabile destino.


L′INCENDIO NELL′OLIVETO

anno: 2005
lingua: Italiano

Il febbrile amore dei protagonisti Annarosa e Gioele si sgretola a contatto con la realtà solo Juannicu non si lascia coinvolgere nel gioco monotono e violento della vita.


L′OMBRA DEL PASSATO

anno: 2009
lingua: Italiano


"Il cordaio fu il primo ad attaccare le sue più belle corde, dal portone al palo che indicava il limite fra la sua aja e quella di Giovanni La
Pioppa. Era la mattina del Corpus domini. La processione, per eseguire la giravolta, doveva entrare nell′aja del cordaio, attraversare quella di Giovanni, uscire per il portone del zolfanellajo, la cui umile casetta era l′ultima del paese. Le tre famiglie si tenevano molto onorate di questa preferenza, e ogni anno formavano, con lenzuola attaccate a due fila di corde, una specie di viottolo semicircolare che cominciava dal portone di Sison il cordaio e finiva nel portone del zolfanellajo. Un palo di qua, uno di là, segnavano appena il limite delle tre aje unite: quella di Giovanni De Marchi, detto La Pioppa, era la più grande. Egli era un uomo ricco: anche la sua casa grigia, con le persiane verdi al primo piano, superba fra le due casette di Sison e del zolfanellajo, sembrava la padrona fra due serve.".

LA CHIESA DELLA SOLITUDINE

anno: 2008
lingua: Italiano


..."Nel romanzo deleddiano il binomio malattia-colpa è il nucleo persistente del racconto occupato sia dalla espansione continua di trame metaforiche sia dal groviglio di pensieri, riflessioni, inquietudini, rimorsi, che si manifestano e si sciolgono in situazioni psicologiche discontinue. Queste segnano le tappe di una progressiva chiarificazione nella conquista di una coscienza di sè, nell′accettazione del dolore come "dono misterioso"." dalla prefazione.


FUGA IN EGITTO

anno: 2008
lingua: Italiano


"La fuga in Egitto Ã¨ un romanzo del 1925, l′anno, in Europa, della fine delle avanguardie, del "rappel è l′ordre", di Novecento di Bontempelli; per la Deledda l′anno che precede il Nobel e l′introduzione di D.H. Lawrence alla versione inglese de La madre. Il Nobel premierà la narratrice capace di inventare trame semplici ed esemplari, con personaggi di grandezza biblica, ambientate nei paesaggi intatti di un′isola di antica maestà come la Sardegna." dalla prefazione.


LA GIUSTIZIA

anno: 2008
lingua: Italiano


"Pubblicato nel 1899, appena un anno prima della svolta decisiva nella vita e nell′opera della Deledda (il matrimonio con Palmiro adesani ed il trasferimento a Roma: sognato, agognato per lunghi anni, e finalmente realizzato), La giustizia s′iscrive a pieno titolo nella protostoria della scrittrice, e non soltanto per motivazione di ordine cronologico." dalla prefazione.


LA MADRE

anno: 2005
lingua: Italiano


Paulo, giovane sacerdote di uno sperduto paese s′innamora di Agnese, salvandosi dalla tentazione grazie al sacrificio della madre.


LA SARDEGNA NURAGICA

anno: 2000
lingua: Italiano


Giovanni Lilliu, allievo e collega, cura e rende attuale la riedizione delL′opera di Massimo Pallottino, che fu fondatore dell′etruscologia e profondo ed illuminato conoscitore del mondo paleosardo nella doppia veste di docente di Paletnologia e di Soprintendente alle Antichità della Sardegna. L′opera esprime bene la concezione dell′archeologo come storico, capace di ricostruire il percorso di popoli del passato visti non solo come realizzatori di manufatti, ma soprattutto come creatori di valori umani e spirituali, artefici di civiltà.


LA VIA DEL MALE

anno: 2007
lingua: Italiano


"La tessitura simbolica che percorre il testo rivela un′artista assai scaltrita, molto consapevole dei suoi mezzi espressivi. Tale maestria
convive - e ne costituisce motivo di ulteriore interesse e fascino - col suo carattere in certo senso germinale. Vi si può infatti osservare, come in vitro, il faticoso, ma alla fine vittorioso,districarsi della narrativa deleddiana dalle tentazioni del "romanzesco", intendendo con questa parola l′evidente compromissione dei primi testi narrativi della scrittrice con il romanzo d′appendice.".


LE COLPE ALTRUI

anno: 2008
lingua: Italiano


"Il lettore che voglia attraversare il "bosco narrativo" di questo romanzo minore e tuttavia non marginale di Grazia Deledda dovrà pazientare nella Parte prima, sintonizzandosi con il passo lento del narratore, con le frequenti pause descrittive, con i numerosi (e perlopiù inerti) inserti demo-antropologici, con lo svolgimento lineare della storia narrata. Sarà, invero, premiato nella Parte
seconda, in cui il noto, fluviale ritmo affabulatorio della scrittrice, come attraversato da forti scariche di tensione narrativa, subirà a
tratti delle accelerazioni improvvise, acquisendo un piacevolissimo andamento sospensivo. Ma il godimento del lettore toccherà il
diapason di fronte alla inattesa, ambigua chiusa dell′opera..." dalla prefazione.


ANNA SIRCA

anno: 2007
lingua: Italiano


"Marianna Sirca viene pubblicato allo scoppio della prima guerra mondiale. Nasce quindi in quei mesi di scontri tra neutralisti e interventisti e seppure non si avvertano echi del disastro che si stava preparando, è certo che un clima del massacro sembra potersi leggere nella insistenza che la Deledda ci propone degli scenari del sangue, peraltro registrati con invasamento maniacale dalle colonne de "Il regno" di Enrico Corradini.".


MIELE AMARO

anno: 2004
lingua: Italiano


BIBLIOTHECA SARDA N. 100.

NAUFRAGHI IN PORTO

anno: 2007
lingua: Italiano


"Due sono i nuclei narrativi sui quali fa perno il romanzo di Grazia Deledda: la condanna di un innocente, Costantino Ledda, accusato di aver ucciso lo zio, Basilio; la successiva complicazione che deriva dalla decisione della moglie Giovanna Era - legata a Costantino da un
vincolo esclusivamente civile e istigata dalla madre, zia Bachisia - di contrarre un matrimonio religioso con Brontu Dejas, suo antico corteggiatore, in attesa che venga approvata la legge sul divorzio.".


NEL DESERTO

autore: GRAZIA DELEDDA 
categoria: letteratura in italiano
anno: 2007
lingua: Italiano 


"Dal suo paesello sardo sul mare la giovane orfana Lia Asquer, disubbidendo alla vecchia zia Gaina che l′ha allevata, accetta di trasferirsi a Roma in casa di suo zio Luisi Asquer, malato e in pensione da impiegato statale. Qui Lia, che impara intanto a conoscere e a valutare la grande città di Roma, con la serva sarda Costanza assiste lo zio sino alla morte, causata anche..."

NOSTALGIE

anno: 2009
lingua: Italiano


"Roma s′avvicinava. La luna di novembre, una grande luna di madreperla, limpida e melanconica, illuminava la campagna: il vento, fortissimo, attraversava con la sua violenza la violenza della corsa del direttissimo. Regina sonnecchiava e sognava di trovarsi ancora a casa sua; il rombo del treno le pareva lo scroscio del molino sul Po. Ma ad un tratto sentì la mano di Antonio stringere la sua e si svegliò di soprassalto. "Fra poco siamo arrivati", disse il giovane sposo. Regina si alzò, s′appoggiò al finestrino chiuso e guardò fuori.".

PROVERBI SARDI

anno: 1997
lingua: Italiano


Si tratta della seconda edizione, pubblicata nel 1871, di una raccolta di detti, aforismi, proverbi che il canonico Giovanni Spano attinse dal repertorio popolare e inizialmente concepì come completamento del suo Vocabolario Sardo-Italiano e Italiano-Sardo. Nelle colorate
espressioni della vita quotidiana si riflette tutto il sistema di riferimenti morali, religiosi e simbolici della Sardegna del secolo scorso. L′opera conobbe al suo apparire un insperato successo.


SARDEGNA PUNICA

anno: 2000
lingua: Italiano


Per quanto il progresso delle ricerche abbia ampliato le nostre conoscenze sulla civiltà fenicio-punica in Sardegna, il libro di
Gennaro Pesce, pubblicato nel 1950, costituisce una tappa fondamentale nella storia degli studi. Per la prima volta, infatti, la colonizzazione semitica dell′Isola venne illustrata nei suoi molteplici aspetti, dalla vicenda storica agli insediamenti urbani, dai culti religiosi agli usi funerari, dall′architettura templare e fortificatoria ai manufatti artistici e artigianali.


UN ANNO SULL′ALTOPIANO

anno: 1999
lingua: Italiano


Capolavoro della narrativa sulla Grande Guerra, Un anno sull′altipiano scritto nel 1936 e pubblicato per la prima volta nel 1945 l′ha
segnato la fortuna letteraria di Emilio Lussu, politico e intellettuale fra i maggiori della Sardegna novecentesca. La descrizione delle vicende cui va incontro il giovane protagonista è affrontata con crudo realismo, ma anche con l′ironia propria di una visione disincantata dei valori della Patria e dell′Eroe, rispetto alla durezza della vita al fronte e in trincea, e all′inettitudine dei militari al vertice.


VIAGGIO IN SARDEGNA

autore: VALERY 
anno: 1996
lingua: Italiano


Arrivato in Sardegna nella primavera del 1834, Valery sperimenta la solida pienezza e il leggiadro splendore di un′isola incontaminata e fino ad allora ignorata dagli adepti del Grand Tour. Una folla di personaggi, un′ampia esposizione di quadri d′ambiente con vivide rappresentazioni di colore locale vivacizzano la trama di quest′opera magistrale, che, ancora oggi, consente al lettore un utile approccio all′originalià della storia e degli ancestrali costumi della Sardegna.


 
 


Teorie e Mistero  



 
 
Free web page counter
Foto del villaggio nuragico Scheda descrittiva del villaggio nuragico Tour virtuale del villaggio nuragico di Santa Cristina